Mercoledì 30 gennaio ON STAGE al BOBINO la grande SILVIA FUSE’

silvia piccolisVI ASPETTO MERCOLEDI’ 30 GENNAIO AL BOBINO CLUB DI milano.

DALLE ORE 19.30 ALLE 21.45 DINNER BUFFET DA NOI OFFERTO E APERITIVO CON LOUNGE MUSIC. A SEGUIRE LA MITICA SILVIA FUSE’ ON STAGE E IL DJ SET DI DAVIDE POVIA.

Nel 2003 Silvia Fusè collabora con il produttore Pierpaolo D’Emilio (Dirotta su Cuba) e viene scelta per la campagna pubblicitaria sulla sicurezza di Renault. Nasce cosi’ il pezzo ‘’Legati e Liberi’’ con i Dirotta su Cuba di cui Silvia è voce e interprete del video. Con i Dirotta Silvia fa molti concerti in giro per l’Italia tra il 2003 e il 2004.

Nel frattempo scrive pezzi con la nuova band, Seyes e nel 2005 nasce un nuovo progetto, i Mother of Groove, ispirato ad atmosfere rock-soul, con rivisitazioni originali di pezzi di Jimi Hendrix, Sting, Alanis Morrissette, Prince, Eric Clapton, Joss Stone, Ray Charles, Stevie Wonder e molti altri.

Nel gennaio 2008 duetta con Mario Biondi col pezzo The Way you look tonight e con cui continua a collaborare.

Nel 2009 Silvia è la voce femminile della hit estiva di Radio 105 “Vado al Mare” dei DJ Mitch & Squalo.

Dal 2008 collabora con The Power 4et (Andrea Pollione, Paolo Polifrone, Pietro Pizzi, Walter Calafiore) per trasmissioni TV, eventi privati e per concerti in tutta Italia, a Milano in particolare alla Salumeria della Musica

Reduce dalla stagione estiva al Forte Village in Sardegna…

Silvia mercoledì 30 sarà tutta per noi !!!

TEMPERATE I TACCHI !!!

Sushi fatto in casa ? Sì Sì, sì può !

Sushi fatto in casa ?!?! Se ci sono riuscita io ce la potete fare anche voi !!!

Prima di tutto, come sempre… dovete prendere la borsa (e il portafoglio !!!) e andare a fare la spesa ! Potete comprare tutto al supermercato basta che sia uno di quelli un pò forniti…

Per il pesce vi consiglio o il banco del pesce del supermercato o una pescheria ! Basta che siano di fiducia perchè quasi tutto il pesce che acquisterete lo mangerete crudo !

Gli ingredienti principali che comprerete una volta ogni tanto e che vi dureranno parecchio, sono quelli della foto qui sotto ossia:

RISO ORIGINARIO (spesso nelle ricette si legge di comprare il riso per fare il sushi , ma va benissimo l’originario che costa anche molto meno)

I FOGLI DI ALGHE NORI per fare i rotolini (quelli durando un “botto” quindi teneteli in armadio anche aperti e li riuserete parecchie volte !)

ACETO/DRESSING completo PER SUSHI (ormai vendono questi aceti già pronti con dentro tutto)

LA TOVAGLIETTA DI BAMBU’ per fare gli involtini ossia quello con l’alga fuori e gli uramaky  ossia quelli dove abbiamo riso dentro, alga fuori e poi ancora riso (la tovaglietta di bambu’ si chiama makisu, ma non perdete tempo a memorizzare il nome tanto non vi serve ! Un volta comprata vi durerà per sempre !!!) e in più una confezione di SOIA e un tubetto di WASABI ossia la mitica salsina verde da aggiungere alla soia e anche dentro il sushi direttamente

spesasushifotoOra gli ingredienti “freschi” da comprare volta per volta ossia pesce e a scelta avocado, philadelphia etc

PESCE:

ovviamente  sia la tipologia che la quantità dipendono dai vostri gusti e da quanti siete !

La cosa più semplice è andare al vostro banco di fiducia e farvi tagliare il pesce direttamente a carpaccio ! Andiamo sul classico…salmone e tonno ! Con una fetta di media grandezza ci fate comodi comodi 4 rettangoli per fare  quindi 4 nigiri ossia il classico riso con sopra il pesce . Con gli scarti che vi avanzeranno tagliando i rettangoli…ci farete la “farcitura” per i rotolini.

Poi potete comprare degli scampi (da usare crudi) e dei gamberi (da usare crudi o da scottare in acqua bollente).

Assieme a salmone e tonno io amo molto usare anche l’avocado e il philadelphia !

Calcolate quanti siete e quanta fame avete e per la prime volte andate a tentativi ! Rimarrete con un pò di fame o non ce la farete a finire tutto ! Per farci l’occhio ci vuole un pò di pazienza…come sempre nella vita !

OK SI INIZIA !!!

Prepariamo il RISO: sembra la cosa più difficile, ma non lo è ! Lo potete fare anche la mattina e poi usarlo la sera !

Per 4 persone prendete 5 TAZZE DI RISO ORIGINARIO e mettetele in pentola ! Aggiungete 5,5 TAZZE DI ACQUA FREDDA . Accendete il fuoco , coprite la pentola (tenete sempre la pentola coperta !) e portate a bollore, quando l’acqua bolle andate avanti per 8 minuti a fuoco medio e 8 a minuti a fuoco lento sempre con pentola coperta ! Alla fine alzate un attimo la fiamma e poi spegnete e lasciate coperto a riposare per 10 minuti. Versate il riso in una ciotola possibilmente di legno o di coccio (inumiditela leggermente prima di metterci il riso) e versateci sopra lentamente mezzo bicchiere di aceto/dressing per sughi (che avrete prima scaldato e mescolato con un cucchiaino di sale e 2 di zucchero), mescolando e sventolando (se siete in due è più facile !) così che possa evaporare l’aceto e poi coprite tutto con straccio umido e lasciate li fino a quando vi servirà il riso per preparare il vostro sushi !

PESCE & FRIENDS: prendete le fette di salmone e di tonno (o quello che più vi piace…branzino…) e ricavatene più rettangoli possibili di circa 3×6 cm tenendo il coltello in modo obliquo (vi voglio vedere in cucina con il righello !!!). Tenete ciò che vi avanza perchè lo userete per fare i rotolini.

NIGIRI: Una volta tagliati i rettangoli di tonno preparate una bacinella con acqua e un cucchiaio di aceto di riso ! Vi servirà per “pucciarvi” le mani in modo da poter maneggiare il riso senza che questo vi si appiccichi addosso tipo attack ! Inumidite le mani, mettete rettangolo di pesce nella mano sinistra e nella destra un bocconcino di riso. Con la punta dell’indice spalmate un pochino di wasabi sulla fettina di pesce e poi mettetci sopra il bocconcino di riso premendo un pò con indice e medio della mano destra fino a che il riso avrà preso la forma del pesce ! E’ più difficile da raccontare che da fare ! Giuroooo ! Fate lo stesso con salmone, branzino, gamberi crudi o scottati, scampi crudi etc. Un trucco quando scottate i GAMBERI: infilate uno spiedino per il lungo così non si arricciano ! E togliete sempre il filetto nero…non è ne bello ne buono !

INVOLTINI: per fare gli involtini prendete un foglio di alga nori e lo tagliate in due nel senso della lunghezza in modo da ottenere un rettangolo grande come la tovaglietta di bambù .

Passate l’alga velocemente sul fuoco senza farla bruciare, ma in modo che da nera diventi di un verdastro scuro !

Mettete l’alga sul bambù con il lato lucido verso il basso e bagnandovi le mani prendete il riso e  mettetelo su tutta la superficie del rettangolo di alga premendo bene e lasciando una striscia di alga di 2 cm senza riso nel lato lungo verso di voi ! Servirà poi per chiudere il rotolo !

Spalmate un pò di wasabi in centro per tutta la lunghezza e poi metteteci sopra un pò dei ritagli di tonno o di salmone avanzati quando avete fato i rettangoli e o del avocado tagliato a striscioline fini o del formaggio philadelpia !

Una volta ci ho messo salame e mozzarella e ho fatto il sughi all’italiana: ottimo ! Si posso inventare diversi abbinamenti, fate largo alla fantasia !

Se nei paraggi avete dei bambini potete far lavorare anche loro ! Il mio si diverte un sacco a fare il sushi e ancora di più a mangiarselo dopo ! Ovviamente evitiamo il wasabi quando lo mangiamo anche i bimbi ! 

Alla fine arrotolate la tovaglietta partendo dal lato vicino a voi stringendo bene  e mettendo due dita agli estremi così che non esca il riso !

Togliete la tovaglietta e tagliate il rotolino in circa 6/8 cilindretti usando un coltello affilato e bagnato.

URAMAKY: per fare gli uramaki il procedimento è simile a quello dei rotolini ma ci sono due passaggi in più !

Sulla tovaglietta dovete prima mettere della pellicola trasparente, sopra a questa uno strato di riso e poi il solito mezzo foglio di alga. A quel punto continuate come con i rotolini.

Alla fine, prima di tagliare il rotolino (che questa volta all’esterno avrà il riso e non l’alga) in tanti cilindretti…potete prima passarlo  su un piano dove avrete sparso dei semi di papavero o di sesamo !

APPARECCHIATE il tavolo con tovagliette di bambù all’americana per tutti (si trovano ovunque e costano poco). Un ciotolina con la soia per ogni ospite e per gli adulti…wasabi a parte per rinforzino !

So che ora state pensando..MA QUESTA E’ FUORI !!!

Ma perchè mai dovrei pensare di fare i sushi a casa ?!?! Non ce la farò mai !!! Vado al giappo e faccio prima ! Beh ! Intanto sappiate che quando ci avrete fatto l’occhio (per la quantità di pesce da comprare) con circa 15 euro…esagerando 20 (ES: 8 scampi, 8 gamberi, 4 fette di salmone e 4 di tonno, un avocado, una confezione di philadelphia)…farete una cena di sushi per 4 e vi alzerete senza avere più fame !

Ma la cosa più importante è che fare i sushi a casa da delle soddifazioni pazzesche, non è difficile e ti permette di inventarti anche abbinamenti divertenti e gustosi !

Mio figlio ama il sushi all’italiana con mozzarella e pomodoro o mortadella o salame e formaggio ! E’ un bel gioco da fare con i bambini e si sporca molto meno di quando si fanno i biscotti !

Se avete bisogno…fatemi un fischio ! BUON DIVERTIMENTO !!!

Un Click dal passato: storia di un fiocco azzurro felice !

7 marzo 2007, un test di gravidanza comprato senza tanta speranza, un più turchese, tanta gioia, tanta paura e l’ultima sigaretta fumata per esorcizzare una notizia così forte, così importante !

Prima di rimanere incinta fumavo una media di 5 sigarette al giorno quindi non ho fato fatica a togliermele tutte!!!

Non ho mai amato l’alcol quindi ho tolto anche quello anche se un paio di drink me li sono concessi e Daniele è sanissimo !!!)

nhowleggera

Ebbene si…ero incinta ! Dopo soli 4 mesi di tentativi (a 37 anni siceramente mi aspettavo di metterci moooolto di più) il mio più grande sogno si stava realizzando!

Per fare le cose per benino avevo deciso di provarci subito con il PERSONA, una macchinetta che normalmente viene utilizzata per non rimanere incinta (ti dice quelli che sono i giorni pericolosi!) e che io ho usato per il motivo contrario: la lucina rossa per me aveva un solo significato…Organizzare serata romantica!!!

Da quel test la mia vita è cambiata! Intanto dovevo decidere come dirlo al futuro papà: un pacchetto con un ciuccio?

Una scarpetta sotto il cuscino??? NOOO, non è così romantico! Sono io che guardo Beautiful, lui ora fa enduro e ai tempi giocava a rugby quindi…ho deciso di placcarlo! 

Quando è entrato in casa lo ho spinto sul divano e mi sono seduta sulle sue ginocchia.

A quel punto gli ho chiesto “mi ami???” e lui “si” e io “mi ami tantooo?” e lui” si” e io “qualsiasi cosa abbia fatto???” e lui” cosa mi hai rovinato in lavatrice questa volta?!?!?!”

A quel punto ho preso la sua mano e me la sono messa sulla pancia ! ha capito! evvivaaaaa

Non so se capita a tutte le donne, ma io…anche se lo cercavamo assieme…ero convinta di volerlo più di lui (forse perchè lui ha 8 anni meno di me quindi avrebbe potuto aspettare!!!) quindi avevo quasi paura che quel test positivo non sarebbe stata una bella notizia per lui quanto per me e invece…

Dicono tutti che i primi 3 mesi sono i più duri !! Bo??!!! sarò stata fortunata , ma non mi sono mai sentita meglio!

Ok ok…la sera ogni tanto saliva la stanchezza e un paio di vomitatine me le sono fatte anche io, ma saranno state al massimo 6 in 9 mesi e una di queste non c’entrava nulla con la gravidanza…ma con una spremuta d’arancia bevuta a stomaco vuoto la mattina a stomaco vuoto ! Avrebbe creato acidità anche ad un uomo!!!

Al terzo mese circa ho fatto la villocentesi !

Di quella avevo un pò paura… Ma ora…se ci ripenso…vorrei ricordarmi tutte le persone che mi hanno fatto arrivare quel giorno con quella paura !

Li picchierei tutti con…un ago gigante!!! Ma quale male!!!! Anche li…forse avrò avuto fortuna ,forse sarà stato super bravo il dottor Colombo della Mangiagalli (mitico allievo del famoso brambrati che la villo la ha praticamente inventata) ma avete presente la pubblicità di pic indolor??? “già fatto???”

Ecco…per me è stata così! Pensavo fosse anche una cosa lunga e invece quando mia suocera è tornata dopo essere andata a parcheggiare la macchina…io ero già fuori!

Dal 4 mese in poi…un’energia pazzesca! una voglia di fare incredibile!

Ho messo a posto tutti gli armadi, ripulito casa da cima a fondo e organizzato anche un paio di feste in casa con le mie amiche che mi rimproveravano di continuo “sei incinta! Datti una calmata!!!”.

Ma stavo bene, ero felice e nulla riusciva a fermarmi!!!

Non ho fatto nessun corso pre parto, ma un corso di acqua gym dove l’insegnante era un’ostetrica! Lo consiglio: tanta ginnastica e poche ma buone nozioni (non andate in giro a chiedere troppo su parto etc perchè vi racconteranno di tutto e vi mettereanno solo tanta paura e una grande confusione in testa !)

Ora so che penserete che sono matta ma io…sono andata in giro in motorino fino quasi alla fine del 7 mese!  A quel punto mia mamma mi ha mandato una busta con dei soldini e con sopra scritto “per i taxi” !

Visto che non avevo la macchina e continuo a non averla…mia mamma mi fece promettere che avrei lasciato il motorino in garage fino al parto (una settimana dopo il parto però sono tornata ad usarlo!!!…giusto il tempo di fare “assestare” i punti che mi hanno dato durante  il parto perchè il bimbo era grande.

( NB: quando mi hanno dato i punti non mi hanno fatto assolutamente male!! più avanti ne parlo ancora)

Devo dire che io che sono una super romanticona sensibile…pensavo che avrei versato lacrime ad ogni ecografia e invece…nulla!!

Oddio…proprio nulla no, ma diciamo che non ho pianto tutte le volte (a quella morfologica si ! Tanto ! Sapere che il tuo bimbo ha tutto al suo posto è una grande gioia, ma sono riuscita comunque a non allagare lo studio di Corina (la mia ginecologa)

Poco prima del risultato della villocentesi (li oltre a sapere se il feto sta bene sai anche il sesso perchè trattasi di esame che legge i cromosomi!) avevo un’ecografia di controllo e avevo chiesto a Corine se per caso avrei avuto la fortuna di sapere il sesso prima del risultato della villo!

Corina mi aveva risposto che sarebbe stato difficile quindi ero andata alla visita molto tranquilla senza nessuna aspettative e con un’amica ( Il mio fidanzato è venuto solo alla morfologica e ad un’altra delle ultime perchè lavorav fuori milano e perchè era inutile che prendesse tante ferie tanto…. dopo ogni visita arrivavo a casa con mille foto e video fatti al monitor della mia ginecologa col mio telefonino.

La mia amica non ha fatto in tempo a dirmi” ma non hai mai pianto durante le altre ecografie?!?! io mi commuovevo sempre!!” che la mia ginecologa a tradimento senza preannunciarmi che aveva visto…mi ha disse “è un maschietto!!!”.

A quel punto sono crollata e ho pianto come un agnellino sgozzato!!! Ero felicissima ! Volevo tanto un maschio…per me e soprattutto per il mio compagno!!! (odio il rosa!!!)

Al mio compagno (oggi marito) avevo detto che quando avrei saputo il sesso dall’esame della villocentesi gli avrei fatto sapere il sesso tagliando i capelli corti se fosse stato maschio e lasciandoli lunghi se fosse stata femmina!!!

Non immaginavo che lo avrei scoperto prima dei risultati della villo…ho bevuto un prosecco con la mia amica sotto lo studio di Corina e…mi sono precipitata dal parrucchiere!!!

La faccia di mio marito quando è tornato a casa e mi ha trovato coi capelli corti …che ridere!!!

Non si ricordava più se avevo detto che li avrei tagliati corti se fosse stato maschio o il contrario.

A quel punto mi sono accarezzata la pancia e ho detto “Daniele saluta papà!”.

lorodue leggera

Mio marito ed io avevamo deciso che se fosse stato maschio lo avremmo chiamato come il suo papà che non c’è più.

Che gioia!!! A quel punto il mio compagno ha mandato sms a tutti i suoi amici !!!

Sono sicura che sarebbe stato felice anche se fosse stata femmina, ma il maschio…mio marito Marcello per hobby gioca a rugby e va in moto quindi…

I mesi passavano veloci tra viaggi, we etc .

Non mi sono mai sentita incinta nel senso di donna “impedita”, ma taaanto viva e piena di energia!!! tutte le volte che mi sentivo dire “ma sei incinta!! per cercare di farmi passare la voglia di fare qualcosa” rispondevo “appunto…incinta e non malata!”

La data di scadenza era il 14 novembre ma il 14 novembre al monitoraggio in Mangiagalli (dove avevo deciso di far nascere Daniele) mi avevano detto che non era il momento e mi avevano rimandato a casa!!!

Ma come????? Io lo volevo vedere il mio bambino! Ero troppo curiosa e poi quel giorno  e il giorno dopo erano di turno la dottoressa Garavaglia (ostetrica) e il dottor Corrado (anestesista) , due persone speciali che mi erano state consigliate da ben 3 amiche che avevano partorito con loro e che si erano trovate benissimo!

Io dovevo partorire con loro quindi visto che dicono che fare all’amore e fare le scale avvicinano il momento del parto (NB quando partorisci spesso ti iniettano ossitocina per provocare le doglie o  qualcosa del genere..beh!

Quella sostanza è la stessa che ti regala il tuo compagno tutte le volte che fai all’amore quindi toglietevi dalla testa l’idea che quando si è incinte fa male fare all’amore…anzi!!!! fa benissimo!!!) e visto che marcello era in ufficio…il giorno dopo mi sono decisa e ho fatto le scale di casa 12 volte (abito al secondo piano a piedi)

Alle ore 13 del 15 novembre del 2007 sono entrata in casa e alle ore 16 , mentre guardavo “Amici”, mi si sono rotte le acque!

Alle 17 è venuto a prendermi Marcello, Dalla brianza dove lavorava si è precipitato in tangenziale dopo che lo avevo chiamato ridendo e dicendo “cosa stai facendo??? Se non sei molto impegnato puoi salire in macchina e venirmi a prendere?!?!?

Mi sa che è arrivato il momento!!!!

Alle 18 sono entrata in ospedale, sono andata in accettazione (mentre marcello parcheggiava) e ho fatto visita di controllo

Ho fatto un oretta circa di contrazioni senza anestesia (dolori fortini ma brevissimi quindi sopportabili anche per me che ho la soglia del dolore basssssisssima) e alle 20 circa Corrado mi ha fatto l’epidurale, quindi…dolore zero e subito dopo… una sensazione di rilassatezza totale!

Ridevo…mi sentivo un pò drogata anche perchè con l’epidurale mi aveva iniettato anche una sostanza oppiacea (legale!!!).

nascita piccola

 Alle 23.08 è nato Daniele!!! Descrivere la gioia che provi quando il tuo compagno ti mette in braccio tuo figlio…è impossibile

Ti scoppia il cuore, anche se la verità è che solo dopo quasi 4 mesi ho iniziato davvero a rendermi conto di essere diventata mamma: é un cambiamento talmente forte che ti cambia la vita (in meglio!!) giorno dopo giorno!!!

Ho partorito giovedì sera e sono tornata a casa domenica! Sono passati 5 anni e 2 mesi da quel giorno e la gioia aumenta giorno dopo giorno…

 

Oggi Daniele ha 5 anni e può far sorridere, ma… ogni anno che aumenta per lui…diminuisce per me. 

Più il tempo passa e più mi sento giovane ! Lui è la mia energia, il mio entusiasmo, la mia voglia di vivere…diventare mamma è sicuramente il dono più bello che la vita ci possa fare ! 

Un elisir di eterna giovinezza se vissuto con entusiasmo e con un pò di leggerezza.

STRAPPO di famiglia by Sergio Ferrero di Muresanu

Sergio Ferrero di Muresanu è per me un amico, quasi uno zio.
Lo conosco da quando sono nata perchè era molto amico di mio padre.
Ha provato ad insegnarmi ad andare in windsurf, ma da cocciuta autodidatta quale sono…mi sono presto arresa ! Peccato…lui che aveva attraversato l’oceano atlantico in windsurf non scendendo mai dalla sua tavola per 24 giorni…avrebbe potuto insegnarmi tanto.
Oltre che ad un amico e un quasi zio…per me è sempre stato un idolo: un super sportivo, un super pittore, un super playboy, ma soprattutto IL super introdotto !
Quando avevo 12 anni e andavo a Ibiza in vacanza con i miei genitori…è stato lui, che vive sulla isla blanca, a portarmi al Pacha la prima volta !
Quando maiii ! Per “colpa” sua ho scoperto La discoteca per eccellenza e soprattutto cosa volesse dire ballare sul cubo… e non sono più scesa !
Ho fatto la “cubista” al Pacha di Ibiza dai 13 ai 19 anni, ebbene si… e ho anche parecchie foto che lo testimoniano: potrei anche decidere di rovinarmi per sempre la reputazione…pubblicandole !
Erano i tempi di Sandy Marton con la sua bianca “tastiera” appesa al collo e di Alba Parietti con le labbra sottili ! Nel gruppo dei ballerini del Pacha con me c’era anche una riccia e giovanissima Rossana Casale ! Che ricordi…che tempi !
Allora sì che Ibiza era il paradiso del divertimento, ma soprattutto della bella gente…si ballava sotto le stelle e poi all’improvviso…sotto al sole !
In quegli anni non esistevano barriere architettoniche tra le discoteche di Ibiza e il loro cielo…si ballava all’aria aperta sempre e ovunque !
Nel 1979 dalla amicizia di Sergio con ANDY WARHOL nasce ” War and MARILYN”, la bellezza di un’icona femminile dentro il mondo di violenza che la circondava.  
Da questo momento la pittura di Sergio Ferrero vola piu’ in alto ed i suoi ” STRAPPI ” con tendenza della POP ART rappresentano le emozioni dell’artista.
con andy warrolDopo la sua vita mondana nella jet set internazionale ed il grande successo dei suoi quadri naif, che fanno parte delle collezioni d’arte di Henry Kissinger, Richard Nixon, Frank Sinatra, Elisabeth Taylor y muchos mas, Sergio entra nel mondo dell’alta competizione estrema, negli sport che gli faranno conoscere i limiti umani contro la natura.
La sua traversata dell’oceano Atlantico in windsurf in 24 giorni lo fara’ iscrivere nel libro Guiness dei primati nel 1982 ed i suoi trofei conseguiti durante tutti i suoi ” exploit ” di atleta straordinario dopo i 40 anni, coroneranno Sergio Ferrero, il Principe di Muresanu, anche come il Principe dell’Estremo.

Ora Sergio si dedica a suo figlio Renatino che ha avuto all’eta di 62 anni e ai suoi  “STRAPPI”.

Che dire ?! Un grande uomo, un grande papà, un grande amico e soprattutto…un grande artista che ha saputo reinterpretare la famiglia dei suoi primi quadri con lo “STRAPPO” di una “tipica” famiglia dei giorni d’oggi..la mia !

Grazie Sergio, sei un grande…anzi…SEI IL MIO MUST !

Ritratto di famiglia di oggi...by Sergio Ferrero

Ritratto di famiglia ani ’70 e “strappo” di famiglia 2013 by Sergio Ferrero

sergio vecchio

 

 

ON STAGE tutti i mercoledì sera al BOBINO CLUB di Milano

 

edo agnelli grande

Questo mercoledì ON STAGE al Bobino Club di Milano per la mia serata del mercoledì…il ritorno il LIVE di Edoardo e il DJ SET di Davide Povia. Dalle 19.30 DINNER BUFFET da noi offerto e seguire LIVE di Edoardo e DJ SET di Davide Povia.

Ci sarà come sempre da BALLARE parecchio quindi…TEMPERATE I TACCHI !

 

bobino small

Intervista ad Alessia Marcuzzi

Stamattina mi sono svegliata di soprassalto ! Avevo fatto un incubo: avevo sognato che ieri con l’aiuto di mio marito avevo creato la home page del mio primo blog !

Mi sono alzata, mi sono infilata le mie pantofole di pelo e mi sono bloccata davanti al mio ipad appoggiato sul pavimento…

PERDINDIRINDINA ! MA IO LO HO FATTO DAVVERO UN BLOG !!! E ADESSOOOOO!?!?!?

TEMPERATEITACCHI.COM !

Io che vivo con le BALLERINE ho aperto un blog che parla di TACCHI ! PERCHEEEEE’ ???

A questo punto sorge spontanea un’altra domanda: ma oggi è più di tendenza il tacco a spillo o la ballerina ?! A chi posso fare una domanda del genere ?! Chi può davvero essermi di aiuto in questo momento di massimo panico ?!?

ale1fotoSì sì sì ALESSIAAAAAAAAAAAAAA ! Chi meglio di lei che si è inventata il mitico blog www.lapinella.com mentre era incinta e in molte le chiedevano consigli sul look !?

ore 23.07 Finalmente tutte e due abbiamo messo a letto i nostri 3 nani. E’ giunta l’ora in cui per mamme come noi inizia la navigazione a vele spiegate tra facebook, twitter, blog e chi più ne ha più ne metta !

“DRINNN” (grazie Apple che mi hai ridato la vecchia amata soneria!)

ALESSIA: “Ciao Sore ! Li ho messi a nanna tutti e due ! Ora sono libera per la nostra intervista !” (ci conosciamo da quasi 20 anni e a forza di sentirci chiedere se siamo sorelle…ci siamo autoadottate !)

 

BARBS: “Ciao Sore ! Ho bisogno del tuo aiuto ! Mi è venuta la malsanissima idea di fare un blog, ma non so da che parte cominciare quindi ho pensato a te ! Oltretutto ho chiamato il mio blog TEMPERATEITACCHI.COM e tu sai bene che come te…anche io vivo con le ballerine ! Ma oggi… cosa fa più tendenza ? La ballerina o il tacco ?”

ALESSIA: “ti direi tutta la vita le ballerine ! Di tutti i colori e di tutte le fantasie, abbinate ai jeans o ai vestitini, ma siccome so che gli uomini ci vorrebbero sempre con tubino nero e tacco a spillo…scendiamo ad un compromesso e diciamo jeans e tacco a spillo dai !”

BARBS: ” A proposito di tacchi ! Hai deciso di abbandonarli del tutto per un po’ e di tornare in mezzo alla gente ! Ormai è partito il conto alla rovescia per la prima puntata di Extreme Makeover ! Come mai questa scelta ?”

aleeeeeeotoALESSIA: “Mi mancavano i tempi di Colpo di fulmine e di Fuego (tra l’altro era il periodo in cui ci siamo conosciute e tu mi hai fatto da Cicerone a Milano…non mi sono mai divertita così tanto!) e quindi ho deciso di fare un programma che mi permettesse di nuovo di stare a contatto con la gente. E’ la cosa che mi viene più facile e che mi fa stare meglio: ho bisogno del contatto fisico con le persone con cui interagisco ! “

BARBS: ” Ho letto che anche in questa nuova avventura di Extreme Makeover è già forte il feeling con il tuo team, sbaglio o ti succede spesso ?”

ALESSIA: ” Sì, sempre ! Da Colpo di fulmine al Festivalbar, dalle Iene alla Gialappa’s e soprattutto al GF dove ho “vissuto” per 7 anni. In ogni trasmissione è nata per me una sorta di seconda famiglia, tutti rapporti umani che vivo ancor oggi con lo stesso grande affetto. In Extreme Makeover siamo un team alla pari: tutti insieme senza differenze. Ci è capitato più volte di ritrovarci tutti assieme a mangiare panini in mezzo a pile di mattoni !”

BARBS: ” Progetti nella SCARPIERA?”

ALESSIA: ” Vederci un pò più spesso così magari finalmente mi insegni a fare il sushi in casa!”

FUFIUUUU ! ll mio nuovo blog da incubo si è trasformato in un sogno !

Barbara

noi

Cotechino lesso affogato in crema di topinambur

Ciao a tutti ! Facciamo subito una grande ed importante premessa: non sono uno chef e tanto meno  so cucinare ! Diciamo che sono bravina ed eseguire le indicazioni degli altri e ad individuare tra i miei mille libri di ricette… quelle che possono riuscire decentemente anche ad una principiante come me !

Sono ancora più brava a rompere le scatole a tutte le amiche che sanno cucinare e riesco spesso a convincerle a concedermi le loro ricette segretissime senza falsi ingredienti e falsi indizi. Attenzione ! E’ pieno di donne che danno le ricette sbagliate perchè sono gelose del loro successo col grembiule…e senza!

Quindi…della serie “se ce l’ho fatta io ce la potete fare anche voi…”

Eccovi subito una bella ricettina invernale facile facile !

Prendete la borsa con dentro il portafoglio (non ditemi che non vi è mai capitato di arrivare al supermercato e di accorgervi che avevate dimenticato la borsa e/o il portafoglio a casa ?!?!?!) e andate al supermercato più vicino, magari con un’amica così prima o dopo si beve un caffè o una coca zero e si spettegola un po’ !

Comprate quello che vi manca della lista qui sotto:

un cotechino da 300 grammi (se lo comprate subito prima o subito dopo Natale vi costerà pochissimo)

circa 600 grammi di topinambur (se non lo avete mai comprato chiedete ! Noi donne siamo bravissime a chiedere !!!)

25 grammi di cipolla bionda tritata

25 grammi di burro

1 foglia di alloro

mezzo spicchio di aglio

125 grammi di brodo di carne

sale e pepe

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

Mettete il cotechino in una pentola, versateci sopra acqua fredda e cucinate a fuoco basso per circa 1 ora. Man mano che il grasso verrà a galla…toglietelo e buttatelo in bagno (nell’immondizia non profumerebbe !).

Intanto in una casseruola fate appassire la cipolla tritata con burro e olio e unite aglio tritato e la foglia di alloro.

Fate un bel soffittino e poi aggiungete i topinambur dopo averli spellati e tagliati a rondelle.

Brasateli con fuoco vivace così rilasciano il loro liquido e aggiungete il brodo, il sale e il pepe. Cuocete per circa 15 minuti e poi frullate e trasformate in crema regolando con altro sale e pepe se serve.

Versate la crema di topinambur bella calda in un piatto fondo e adagiateci sopra il cotechino tagliato a fette alte circa 2 cm  e rifinite il tutto con un giro di olio a piacere (alle donne io metto una fetta e agli uomini 2 ! Dipende poi se lo servite come antipasto o come secondo piatto)

Un grazie a Massimo Carnia creatore di questa fantastica ricetta !

La foto sotto però è del mio piatto !!! Yesss

Let me know !!!

Ecco chi sono

Ciao a tutti! Mi chiamo Barbara Garavelli Nani Mocenigo (aggiungerei…vien dal mare!)

Sono Nata ad Edimburgo nel 1970, da mamma veneziana e papà piemontese, ma dopo 15 giorni ero già in Italia.

In Scozia ho fatto giusto un “touch and go”.

Ho vissuto i primi 5 anni della mia vita a Roma e poi ci siamo trasferiti a Venezia, dove sono rimasta fino alla fine del mitico liceo scientifico “GB Benedetti “. 

Venezia mi stava stretta ! Avevo voglia di esplorare nuovi “lidi”… anche in inverno!

Vivo a Milano dal 1989 e qui prima ho studiato i fondamentali delle pr allo IULM e poi ho cercato di metterli in pratica, tanto per cominciare, nei locali. Ora professionalmente sono “cresciuta” (spero!) e la mia missione è diventata quella di organizzare eventi, di diverso tipo e in diverse tipologie di location, ma pur sempre eventi.

Dal 1999 mi sono occupata dell’elaborazione, gestione strategica e supervisione operativa del Programma di Relazioni Esterne per il Milan Eventi (da brava milanista non potevo essere più felice)

Dal 2001 alla fine del 2005 sono stata AD della JUST PLUS srl ( agenzia di comunicazione,  art direction e Organizzazione eventi) aperta con la mia mitica socia Marta Citacov (ancora oggi ci chiamiamo “socie”)

Dal febbraio 2006 a dicembre 2008 sono stata la pr del hotel nhow a Milano (un bellissimo hotel di design nato dal genio di Matteo Thun). Ho venduto le ultime 10 stanze mentre ero in sala travaglio…

Nel 2007 sono diventata mamma di un fantastico bambino (eh che lo dico a fare !? Si è mai sentito o letto di una mamma non innamorata del proprio scarrafone ?!) e per un paio di anni sono sparita sommersa dalle solite materie prime che sommergono una mamma…

Ma come mi era stata stretta Venezia…iniziava a starmi stretto anche il ruolo di mamma a tempo pieno!

Cosa c’era di più immediato e più divertente per una neo mamma che tornare alle origini e rimettersi a fare la pr di locali ?! Nulla !

Quindi per 2 anni mi sono presa una serata libera come le filippine (loro il giovedì e io il mercoledì) e sono tornata a fare la pr per alcuni locali storici di Milano.

Dopo due anni di “semi follia super appagante”, me ne sono felicemente tornata dai miei uomini, a tempo pieno.

Continuo ad organizzare eventi e a fare PR, ma non più per i locali.

A proposito di uomini…mi sono dimenticata di dirvi che nel 2010 mi sono sposata a Las Vegas con Marcello, un uomo fantastico, ma visto che oltre ad essere simpatico ed intelligente è pure parecchio caruccio…quasi quasi non ve ne parlo!!!

Però vi posso parlare dei miei Gipchic, i miei nuovi “bambini”.

Da un paio di mesi ho deciso di dare sfogo alla mia vena creativa, e ho iniziato a fare orecchini con le murrine veneziane, una mia vecchia passione di quando ero ragazzina, e giravo per le calli della mia città.

Se siete curiosi e volete vederli, e magari comprarli, andate su www.gipchic.com

Come “temperateitacchi” mi trovate anche su facebook, con la mia pagina, e su instagram.

Se volete scrivermi fatelo a bgaravelli@temperateitacchi.com

Vi aspetto!

Barbs