Cotechino lesso affogato in crema di topinambur

Ciao a tutti ! Facciamo subito una grande ed importante premessa: non sono uno chef e tanto meno  so cucinare ! Diciamo che sono bravina ed eseguire le indicazioni degli altri e ad individuare tra i miei mille libri di ricette… quelle che possono riuscire decentemente anche ad una principiante come me !

Sono ancora più brava a rompere le scatole a tutte le amiche che sanno cucinare e riesco spesso a convincerle a concedermi le loro ricette segretissime senza falsi ingredienti e falsi indizi. Attenzione ! E’ pieno di donne che danno le ricette sbagliate perchè sono gelose del loro successo col grembiule…e senza!

Quindi…della serie “se ce l’ho fatta io ce la potete fare anche voi…”

Eccovi subito una bella ricettina invernale facile facile !

Prendete la borsa con dentro il portafoglio (non ditemi che non vi è mai capitato di arrivare al supermercato e di accorgervi che avevate dimenticato la borsa e/o il portafoglio a casa ?!?!?!) e andate al supermercato più vicino, magari con un’amica così prima o dopo si beve un caffè o una coca zero e si spettegola un po’ !

Comprate quello che vi manca della lista qui sotto:

un cotechino da 300 grammi (se lo comprate subito prima o subito dopo Natale vi costerà pochissimo)

circa 600 grammi di topinambur (se non lo avete mai comprato chiedete ! Noi donne siamo bravissime a chiedere !!!)

25 grammi di cipolla bionda tritata

25 grammi di burro

1 foglia di alloro

mezzo spicchio di aglio

125 grammi di brodo di carne

sale e pepe

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

Mettete il cotechino in una pentola, versateci sopra acqua fredda e cucinate a fuoco basso per circa 1 ora. Man mano che il grasso verrà a galla…toglietelo e buttatelo in bagno (nell’immondizia non profumerebbe !).

Intanto in una casseruola fate appassire la cipolla tritata con burro e olio e unite aglio tritato e la foglia di alloro.

Fate un bel soffittino e poi aggiungete i topinambur dopo averli spellati e tagliati a rondelle.

Brasateli con fuoco vivace così rilasciano il loro liquido e aggiungete il brodo, il sale e il pepe. Cuocete per circa 15 minuti e poi frullate e trasformate in crema regolando con altro sale e pepe se serve.

Versate la crema di topinambur bella calda in un piatto fondo e adagiateci sopra il cotechino tagliato a fette alte circa 2 cm  e rifinite il tutto con un giro di olio a piacere (alle donne io metto una fetta e agli uomini 2 ! Dipende poi se lo servite come antipasto o come secondo piatto)

Un grazie a Massimo Carnia creatore di questa fantastica ricetta !

La foto sotto però è del mio piatto !!! Yesss

Let me know !!!

Ecco chi sono

Ciao a tutti! Mi chiamo Barbara Garavelli Nani Mocenigo (aggiungerei…vien dal mare!)

Sono Nata ad Edimburgo nel 1970, da mamma veneziana e papà piemontese, ma dopo 15 giorni ero già in Italia.

In Scozia ho fatto giusto un “touch and go”.

Ho vissuto i primi 5 anni della mia vita a Roma e poi ci siamo trasferiti a Venezia, dove sono rimasta fino alla fine del mitico liceo scientifico “GB Benedetti “. 

Venezia mi stava stretta ! Avevo voglia di esplorare nuovi “lidi”… anche in inverno!

Vivo a Milano dal 1989 e qui prima ho studiato i fondamentali delle pr allo IULM e poi ho cercato di metterli in pratica, tanto per cominciare, nei locali. Ora professionalmente sono “cresciuta” (spero!) e la mia missione è diventata quella di organizzare eventi, di diverso tipo e in diverse tipologie di location, ma pur sempre eventi.

Dal 1999 mi sono occupata dell’elaborazione, gestione strategica e supervisione operativa del Programma di Relazioni Esterne per il Milan Eventi (da brava milanista non potevo essere più felice)

Dal 2001 alla fine del 2005 sono stata AD della JUST PLUS srl ( agenzia di comunicazione,  art direction e Organizzazione eventi) aperta con la mia mitica socia Marta Citacov (ancora oggi ci chiamiamo “socie”)

Dal febbraio 2006 a dicembre 2008 sono stata la pr del hotel nhow a Milano (un bellissimo hotel di design nato dal genio di Matteo Thun). Ho venduto le ultime 10 stanze mentre ero in sala travaglio…

Nel 2007 sono diventata mamma di un fantastico bambino (eh che lo dico a fare !? Si è mai sentito o letto di una mamma non innamorata del proprio scarrafone ?!) e per un paio di anni sono sparita sommersa dalle solite materie prime che sommergono una mamma…

Ma come mi era stata stretta Venezia…iniziava a starmi stretto anche il ruolo di mamma a tempo pieno!

Cosa c’era di più immediato e più divertente per una neo mamma che tornare alle origini e rimettersi a fare la pr di locali ?! Nulla !

Quindi per 2 anni mi sono presa una serata libera come le filippine (loro il giovedì e io il mercoledì) e sono tornata a fare la pr per alcuni locali storici di Milano.

Dopo due anni di “semi follia super appagante”, me ne sono felicemente tornata dai miei uomini, a tempo pieno.

Continuo ad organizzare eventi e a fare PR, ma non più per i locali.

A proposito di uomini…mi sono dimenticata di dirvi che nel 2010 mi sono sposata a Las Vegas con Marcello, un uomo fantastico, ma visto che oltre ad essere simpatico ed intelligente è pure parecchio caruccio…quasi quasi non ve ne parlo!!!

Però vi posso parlare dei miei Gipchic, i miei nuovi “bambini”.

Da un paio di mesi ho deciso di dare sfogo alla mia vena creativa, e ho iniziato a fare orecchini con le murrine veneziane, una mia vecchia passione di quando ero ragazzina, e giravo per le calli della mia città.

Se siete curiosi e volete vederli, e magari comprarli, andate su www.gipchic.com

Come “temperateitacchi” mi trovate anche su facebook, con la mia pagina, e su instagram.

Se volete scrivermi fatelo a bgaravelli@temperateitacchi.com

Vi aspetto!

Barbs