Non buttate quelle banane!!!

  Potrebbe sembrare il titolo di un film del terrore, o di un film porno 🙂 "Non buttate quelle bananeeeeee"

Ricetta tentazione: orecchiette alle cime di rapa

  Ebbene sì: dopo 3 settimane nella mia amata Puglia, sono tornata al nord. Come sto? MALE: ho il mal di Puglia

La pappappappappappa col pomopomopomopomodoro

  Il Natale è passato, e dopo questi giorni di abbuffate, direi che ora ci sta bene un bel ritorno alle origini, e ai sapori semplici 🙂 Settimana sono andata alla cena di Natale della mia amica Flora, e tra le mille cose buonissima, ad un certo punto è apparsa LEI ! So che può sembrarvi strano, ma non avevo mai mangiato in vita mia la pappa al pomodoro!

Polpette di pollo al sesamo

Ops, mi sono accorta che era un po' troppo tempo che non vi "regalavo" una delle "mie" ricettine, e quindi eccomi qui. Ecco a voi una ricettina facile facile e buona buona, come quelle che piacciono a me.

Qui Puglia: i miei ristoranti del cuore, e non solo…

Ormai non è un segreto che io ami condividere le cose belle che la vita mette sul mio cammino. A volte condivido anche quelle brutte, ma solo se possono essere di aiuto per stare meglio, dopo essere stati peggio. Ma ora torniamo alle cose belle. E quale è una delle cose più belle della vita?

Taste of Milano, last minute!

  Questa volta merito una punizione perché ve lo sto dicendo davvero all'ultimo momento, e vi chiedo scusa... Ma tra la gomma bucata e il treno perso, in Puglia, e tra il virus che in questi giorni si è impossessato degli uomini della mia famiglia (Io per ora sono ancora sana!), mi sono un po' persa per strada!

Dal salone alle montagne russe: complicità mamma

Mi sembra di essere appena uscita da un frullatore! Ultimamente sono andata a parlare con una comportamentista (non sono nata mamma, e quindi sono sempre alla ricerca di buoni consigli),

Super hamburger, col trucco

Oggi vi svelerò un trucco facile facile per fare un hamburger da paura! Quest'estate, in Puglia, a Cisternino, dove abbiamo costruito la nostra casa dei sogni (che affittiamo!!!), una sera siamo andati a mangiare in un ristorante molto molto carino che si chiama Mezzofanti.

Cous cous di primavera

  Sarà la primavera, ma io in questi giorni ho voglia di mangiare piatti colorati Un paio di sere fa ho avuto l'inaugurazione di "Le fate ignoranti", un nuovo spazio, a Milano, dove venderanno i miei orecchini Gipchic per le prossime due settimane. Ho lasciato i miei uomini a casa, e mi sembrava brutto lasciarli a digiuno, ma avevo un po' di cose da fare per l'inaugurazione, e non avevo né il tempo né la testa per mettermi a cucinare. Ed ecco che mi è venuta l'idea: faccio il cous cous di primavera con le verdure. In verità questo cous cous si può fare anche in inverno, ma i colori mi ricordano tanto la primavera, e secondo me questo piatto può essere anche un'ottima alternativa all'insalata di riso, da mangiare a temperatura ambiente, magari anche in spiaggia. Iniziamo come sempre dagli INGREDIENTI: tutte le verdure che amate di più, e che magari vi sono avanzate, in frigo Io di solito uso: cipolle, carote, zucchine, melanzane e pomodorini. Cous cous (io uso quello integrale) olio, sale E io uso la cuccuma che mi piace tanto, messa alla fine, a crudo (la mia amica Stefania dice che fa tanto bene!!!) imageQuando avete tutto INIZIAMO: tagliate a tocchettini tutte le vostre verdure e le mettete in una grande padella. Aggiungete sale (non olio, che metterete dopo a crudo), coprite, e lasciate cucinare a fuoco bassissimo per almeno 1 ora (rigirando ogni tanto). Io cucino anche 1 ora e mezza, dipende da quanta verdura usate. Quando è pronto aggiungete un filo di olio a crudo, e la cuccuma (se vi piace), e il gioco è fatto. Mentre la vostra verdura si raffredda un pochino, preparate il cous cous, per il quale ci vogliono giusto 5 minuti. Basta mettere il cous cous che vi serve in un pentolino, stemperarlo con un filo di olio, aggiungere acqua salata bollente, mescolare, e lasciarlo riposare, coperto, per 5 minuti. Buone pappe, e buona primavera! Barbara  

Uovo di Pasqua con sorpresa, a scelta!

  Non so a voi, ma a me la Pasqua spaventa sempre molto! Nostro figlio riceve in media 3 uova (una da ogni nonna e una da noi), ma non ama la cioccolata, e quindi... E quindi le mie cosce pian pianino prendono la forma delle sue uova! E vogliamo parlare delle sorprese che si trovano nelle uova?!
La sorpresa dell'uovo (finita nell'immondizia), e la NOSTRA sorpresa, a scelta!

La sorpresa dell'uovo (finita nell'immondizia), e la NOSTRA sorpresa, a scelta!

Dopo un primo momento apparente di entusiasmo, le sorprese finiscono ammassate in qualche cassetto, in mezzo ad altre mille schifezze, e lì restano! La mia famiglia da circa 40 anni ha una pasticceria a Roma, dove vivevo da piccola. Da più di 30 anni l'abbiamo data in gestione, ma quando ci lavorava il mio papà, mi ricordo che a Pasqua, nell'uovo, la sorpresa per me la faceva mettere lui. Il mio papà aveva un gran buon gusto, e la sua "birimbella" era sempre tanto felice di aprire quelle uova! Un paio di giorni fa sono andata con Danny da Decathlon, e lì ha visto un orologio che gli piaceva molto (un classico Casio che costava poco meno di 20 euro) E' stato in quel momento che ho deciso che era arrivato il momento di riprendere le vecchie tradizioni. Perché spendere tutti quei soldi per uova che sarebbero finite nelle mie cosce, con dentro sorprese che sarebbero finite nei cassetti?! Ho chiamato Walter Musco, che da 4 anni gestisce meravigliosamente la nostra Pasticceria Bompiani, e gli ho chiesto di spiegarmi il modo migliore per aprire un uovo, metterci dentro la MIA sorpresa, e richiuderlo senza fare danni. Ecco a voi la ricetta per l'uovo con sorpresa, a scelta! Come sempre, per prima cosa, procuratevi gli INGREDIENTI: Un uovo (io ne ho comprato uno di cioccolata al latte all'Ipercoop, dove vado sempre, e ho speso ben 1,99 euro!) Un coltello con lama affilata, o un taglierino La VOSTRA sorpresa Una padella Se avete tutto INIZIAMO: Scartate l'uovo, senza stropicciare troppo la carta, e mettete la carta da parte. Maneggiando il vostro uovo con cura, scaldate la lama sul fuoco e, con tanta pazienza, seguite la riga laterale e, pian pianino, aprite il vostro uovo in due. A quel punto mettete una padella sul fuoco, a scaldare. La padella deve avere il fondo largo almeno quanto il contorno delle vostre due metà di uovo. Quando la padella sarà ben calda, spegnete il fuoco e rovesciate la padella. Buttate la sorpresa dell'uovo ( a meno che non sia mooooolto bella, ma in un uovo da 1,99 euro la vedo dura), e incartate la VOSTRA sorpresa con della carta velina, tenendola pronta vicino a voi. imageLasciate che la base della vostra padella diventi tiepida, ma non troppo, e a quel punto prendete le vostre metà dell'uovo, e, una alla volta, con tanta delicatezza, le "strofinate" sulla base della vostra padella. Adagiate la vostra sorpresa all'interno di una delle due metà, e poi chiudete con l'altra metà, cercando di fare combaciare bene le due parti. Con il dito indice (viene meglio con questo dito!) spalmate, sempre con taaaanta delicatezza, il cioccolato tutto intorno alla fessura laterale e alla fine, senza farvi vedere da nessuno, leccatevi il dito! Siamo giunti al momento più importante! Ora dovete tenere l'uovo in mano fino a che il cioccolato non si sarà asciugato. imagePotete anche appoggiarlo, ma io non mi fiderei: le uova, anche se le blocchi, tendono sempre a rotolareeee!!! Quando sarà asciutto lo mettete sulla sua base di plastica (di solito anche le uova da 1,99 euro hanno la loro base di plastica), lo ammirate, vi fate un applauso, e lo rincartate! Facile no! E vedrete la faccia dei vostri bimbi quando apriranno il loro uovo di Pasqua e dentro ci troveranno il loro gioco preferito! Se avessi comprato un uovo "nomale" avrei speso di certo di più, e avrebbe regalato meno gioia. imageSecondo me questa idea si può usare anche per i grandi! Immaginate che faccia farebbe il vostro fidanzato/marito/amante se dentro l'uovo trovasse un biglietto per il derby, o una bambola gonfiabile! Ahahahahahaha Se siete a Milano vi consiglio di fare un salto al settimo piano della Rinascente, a vedere le uova d'autore che ha fatto la mia Pasticceria Bompiani di Roma Le uova saranno in vendita fino al 6 aprile, ma attenzione: queste uova non hanno la sorpresa! Queste uova SONO una sorpresa...   Auguri di buona Pasqua a tutti di cuore! Besos Barbara
Alcune delle uova della Pasticceria Bompiani in vendita in Rinascente, a Milano

Alcune delle uova della Pasticceria Bompiani in vendita in Rinascente, a Milano